Parma – Poggio di Berceto: 101 bolidi scaldano i motori per la storica competizione tra auto d'epoca

Si accendono i motori di una delle più entusiasmanti gare d’epoca: la Parma – Poggio di Berceto, al via sabato e domenica 29 e 30 settembre, con 101 equipaggi per un percorso di 140 chilometri.

Alla competizione sono ammesse le auto costruite prima del 1981 e tutta la produzione di Alfa Romeo Brera, Duetto, Ferrari e Porsche: la più antica una Bentley del 1936. La manifestazione è organizzata dalla Scuderia Parma Auto Storiche e, oltre alle vetture in gara, vedrà anche la presenza di 25 modelli di Ferrari.

La prima manifestazione automobilistica di regolarità per auto storiche si tenne nel 1913, che inizia il suo Albo d’Oro con gli illustri nomi di Giovanni Marsaglia e dell’Aquila Italiana.

L’idea di organizzare una corsa automobilistica, da inserire nei festeggiamenti per il Centenario Verdiano, che si teneva nel Settembre di quell’anno, fu di un gruppo di pionieri dello sport motoristico parmense riuniti nella Società Pro Parma.

L’edizione 2018 della Parma-Poggio di Berceto prevede:

Sabato 29 Settembre a Sala Baganza si terrà la presentazione degli equipaggi al pubblico. Prenderà poi il via, alle ore 13.30, il CIRCUITO DI PARMA - “Trofeo del PROSCIUTTO”, manifestazione nella manifestazione, con 42 prove di regolarità che porterà i concorrenti a Monte delle Vigne e successivamente ancora alla Rocca di Sala Baganza. A seguire, grande Serata di Benvenuto al Ristorante Corte di Giarola a Collecchio.

Domenica 30 Settembre, la piazza Duomo di Parma sarà il luogo di raccolta di tutte le auto che partiranno davanti al Teatro Regio. L’accensione dei motori della prima vettura è alle ore 9.31, poi via via tutte le altre, ad intervalli di trenta secondi una dall’altra, verso la località appenninica di Berceto, attraversando i comuni di Parma, Collecchio, Sala Baganza, Fornovo di Taro e Terenzo: un percorso totale di 140 km, con 58 prove di regolarità che consentirà di ripercorrere il tracciato della leggendaria corsa in salita. Nel corso della sua gloriosa storia, ventuno edizioni di velocità, quindici, dal 1913 al 1955, sul tratto Parma - Poggio di Berceto e sei edizioni dal 1962 al 1975, sul tratto Fornovo - Monte Cassio, si sono cimentati piloti di fama internazionale quali Giuseppe Campari, Antonio Ascari, Luigi Villoresi ed Enzo Ferrari che nel 1919, poco più che ventenne, scelse la Parma-Poggio di Berceto come esordio nel mondo delle competizioni, sedendo al volante di una CMN. Arrivò undicesimo assoluto e quarto di Categoria. Vinse Antonio Ascari su Fiat in 38’ 11” 1/5, alla media di km 83,275.”

Organizzata dalla Scuderia Parma Auto Storiche, con la coorganizzazione e il patrocinio dei comuni coinvolti, la Parma – Poggio di Berceto è una manifestazione che dai sentori e dal fasciono d’altri tempi, ma con l’immutato spirito della sana competizione, che accomuna sport, cultura e turismo. Gli equipaggi infatti avranno la possibilità di conoscere la bellezza dei nostri territori, lasciarsi viziare dalla nostra cultura e di assaggiare i nostri prodotti enogastronomici, grazie anche alla collaborazione con i Musei del Cibo.

©2010- Che Viaggi! NCC  |  P.Iva 02555700349  |  Policy Privacy
Web & Design by ABoh

Questo Sito utilizza cookie tecnici e di terze parti senza fini di profiliazione.
Se chiudi questo banner, scorri o clicchi la pagina su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Informativa Privacy